La fascinazione del bianco. Libri ” ton sur ton”

Atterraggio lunare n.1,Anna Laura Longo
Atterraggio lunare n.1, Anna Laura Longo

Corposità nelle pagine e ampliamento-amplificazione del gesto

Testo di presentazione di Anna Laura Longo

Nuovi libri d’artista ” ton sur ton” andranno a unirsi ai precedenti Libri tessili/concettuali, di cui fa parte In un singolo punto nodoso (Studi sulla curvatura della linea-verso). Tali libri-opere si declinano attraverso il medio e grande formato e inducono ad affrontare manualmente l’atto dello sfogliare con ricchezza di prospettive e senso di scoperta.

Intenzioni di fondo


In tali esemplari tenderò ad ” accerchiare” le sfumature del bianco, soffermandomi sulle peculiarità di una colorazione specifica. In tal senso è presente un riferimento alle soluzioni pittoriche dei monocromi e un interesse a validare quelle che sono le istanze di un micro- universo cromatico.

Ciascuna pagina potrà considerarsi un crogiolo di tratteggi, segni, forme, scritture ma soprattutto di versificazioni atipiche. Il tutto all’insegna dell’intravedere.

L’ espressione “ton sur ton” del resto sta ad indicare l’accostamento tra due colori dello stesso tono, ma di intensità diversa. Ovvero, appartenenti alla stessa famiglia cromatica, ma in gradazioni diverse. L’ atto dell’intravedere, probabilmente meno dichiarativo e assertivo del vedere distintamente, fa intraprendere all’occhio (ed in questo caso anche alla mano) un percorso di attraversamento di gran lunga corroborato da margini di mistero.

I lettori che hanno avuto modo di conoscermi in occasione di reading e presentazioni ricorderanno le dediche ” ton sur ton” apposte con pastelli bianchi sulle pagine altrettanto candide dei miei libri cartacei. Probabilmente tali dediche si pongono all’origine di questi nuovi libri di tipo extracartaceo e potranno esser considerate quasi un preludio inconsapevole.

In ogni caso ad essere chiamata in causa sarà la preziosità di sguardo del lettore -degustatore, che si accingerà ad avventurarsi nelle pieghe di questi libri- organismo e saprà verosimilmente captarne le sfaccettature, le più recondite vibrazioni interne, le volute ambiguità semantiche, stilistiche, neo-figurali.

Per quanto concerne i materiali ho voluto insistere sulla possibilità di “inebriarsi ” nei campi o frammenti della disabitudine. Difatti in questo caso le pagine constano di fogli di consistente spessore, ma dotati di accentuata morbidezza, su cui campeggiano inserti in pelle, tessuti, elastici, fili elettrici, micro lettere in legno e garze.

Nel corso del tempo lavorerò a ulteriori esemplari di libri “ton sur ton” : Orange, Noir, Denim, Rouge.

Anche i suoni saranno alleati e accompagneranno il lettore -scopritore in una sorta di rilevamento di lievi o intensi impasti uditivi, di matrice inedita.

Un progetto di Arte sfogliabile, che punterà – nell’ insieme – a privilegiare la multisensorialità, inducendo a vedere o concepire il libro come un vero e proprio sistema immersivo. Di qui un’ulteriore definizione: quella di libro-dispositivo o libro cyber-poetico, che potrà adeguatamente aggiungersi a quella di libro-organismo, già più volte impiegata.

                                                                                                      

Pubblicato da annalauralongo

Indagini ed esplorazioni nel mondo del libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: